World Of Beauty: Tonica Cream & Kaname Serum

 Come sempre mi ritrovo qui a parlarvi dei prodotti della World of Beauty, azienda con cui collaboro da un bel po’ e che mi stupisce sempre con i suoi prodotti, specialmente quelli che riguardano la skincare.

Visto che il tempo sta finalmente cambiando, è cambiata anche la mia routine quotidiana per il viso e devo dire che l’arrivo di questa combo di prodotti mi ha tolto un immenso pensiero, ossia quello di trovare il prodotto giusto per questo periodo di transizione dal freddo al caldo torbido.

Veniamo al dunque: l’azienda mi ha inviato due prodotti ossia la Tonica Cream e il Kaname Serum. Devo dire che ero molto curiosa di provare questo siero, perché veniva presentato come una bella novità in esclusiva per World of Beauty e non sono affatto rimasta delusa.

Partiamo dal packaging che per me è molto importante: il Kaname Bioénergie Vitale Facial Revitalizing Serum si presenta in un comodo flaconcino dotato di contagocce. Essendo un siero ne bastano pochissime gocce (credo che l’uso smodato faccia un effetto rebound pazzesco e, quindi, consiglio di evitare). Per capire la filosofia alla base di questo siero, basta dire che Kaname, in giapponese, significa energia vitale ed è proprio quello che mira a fare: far rinascere la pelle, donandole vitalità. E cosa c’è di meglio per donare benessere e nuova vita alla pelle di un concentrato di Coenzima Q10? Sappiamo bene che il Q10 è uno dei più potenti antiossidanti, capace di proteggere la nostra pelle dal rischio dell’invecchiamento precoce e capace anche di bilanciare collagene ed elastina. Ecco perché si tratta di un elemento fondamentale nella formulazione di un siero rivitalizzante come questo. Ma non finisce di certo qui, perché l’azienda non ha voluto lasciare nulla al caso, dato che anche gli altri attivi presenti sono tutti molto validi. Tra questi, c’è da evidenziare la presenza della Carnosine, che è un’altra validissima arma anti age, dell’Hydrolyzed Hyaluronic Acid, dell’Acido Lipoico e dell’estratto di alga bruna.

Come lo utilizzo? Il siero in questione non unge ed è di facile assorbimento. Ne uso pochissime gocce prima di utilizzare la crema di cui parleremo a breve. Per farlo assorbire ancora più rapidamente faccio un massaggio circolare e vado a insistere soprattutto dove ho qualche rughetta di espressione.

Passiamo quindi alla Tonica Toning-Up Cream, che ci viene presentata come una crema capace di ridonare tono a tutti i tipi di pelle. Si tratta di una crema molto ricca di Burro di Karitè e Thé Verde Biologici e, una delle cose che mi ha più colpita, ha una formulazione completamente naturale, tanto che molti elementi sono di provenienza biologica certificata.Come spesso accade per i prodotti di World of Beuaty, questa crema risulta essere senza parabeni, petrolati, assolutamente cruelty free.

Quello che va a tonificare la pelle è la combinazione perfetta tra acqua di arancio amaro e i vari attivi presenti nella crema. Tra gli ingredienti presenti nell’inci della stessa troviamo diversi olii e burri e questo potrebbe far pensare a una crema poco idonea a pelli a tendenza grassa. Qui c’è l’errore: io ho la pelle molto grassa e con questa crema mi ci trovo benissimo. E’ formulata in modo tale da andare effettivamente bene per tutti i tipi di pelle.

Utilizzo questa combo da circa un mese e noto dei miglioramenti visibili sia a livello di tonicità che a livello di luminosità del viso. Del resto, per le over 30 è importante incominciare a prestare attenzione alla tonicità del proprio viso e io lo faccio.

Grazie, quindi, World of Beauty

Skin care pelle grassa II^ parte: Antos

Come vi ho detto, la mia pelle è super grassa. Vi ho già parlato di una parte rilevante della mia skin routine (CC Clean WB e Siero Biofficina Toscana), ma devo riprendere il discorso, parlando di altri due prodotti:

crema dermoriequilibrante Antos

tonico astringente Antos.

 L’usura del bordino dorato è, ovviamente, dovuta 

all’utilizzo, dato che l’ho portata in ogni dove.dermopurificante-Antos-lavienfashion

Inizio con il dire che i prodotti in questione li ho pagati con i miei cash (il primo preso da Farmacia Natura e il secondo preso da Kosmetika Point), quindi tutti i complimenti che stanno che piovere sono più che sinceri.

Inizio dalla crema dermpopurificante: in un primo momento l’avevo relegata solo alla notte, per via della presenza dell’olio di mandorle dolci che per la mia pelle è un po’ pesante. Non è comedogenico, ma mi fa sudare la pelle in maniera impressionante. Quindi preferivo usare la crema la notte e al mattino lavare via gli eccessi di sebo. Ma poi è arrivato lui, il tonico astringente e mi sono chiesta come ho fatto a fare senza fino a quel momento. Si tratta di un tonico dalla formulazione tanto semplice quanto efficace. Ha al suo interno idrolati vegatali di Rosmarino, Salvia, Amamelide e si sente già dalla profumazione. Ma la cosa meravigliosa non è solo l’odore, perché anche il risultato lo è: questo tonico aiuta a disinfettare e stringere i pori, cosa di cui io necessito in maniera pazzesca. Inoltre, usarlo prima della crema dermopurificante mi aiuta a evitare quello spiacevole inconveniente di cui sopra e la rende perfetta per ogni momento della giornata.

Crema Dermopurificante                                                                      Tonico Astringente

Pao 6 mesi                                                                                              Pao 6 mesi

Quantità 50 ml                                                                                       Quantità 125 ml

Costo 6 euro (la potete acquistare qui)                                                 Costo io l’ho pagato 4.95 qui

Ma di Antos non amo solo la composizione e le materie prime, che sono comunque di elevatissima qualità: amo soprattutto la filosofia che abbraccia. L’importanza del prodotto viene prima di tutto, così come la cura nella ricerca delle materie prime da utilizzare. In fondo, il packaging è solo un qualcosa di accessorio, che ci viene a costare uno sproposito. Io preferisco un prodotto ottimo in una confezione basic e a un prezzo onesto (e qui si potrebbe aprire una parentesi enorme). Che poi, digiamolo, quelle di Antos sono anche belle confezioni, molto retro…a noi ce piaciono assai.

Avete provato questi prodotti? Che ne pensate?

Io adoVo e ricomprerò entrambi, assolutamente.

Skin Routine per pelli grasse: Siero Purificante Biofficina Toscana

Chi mi segue da un po’ lo sa: ho la pelle stramaledettamente grassa e problematica, che richiede molte, molte, troppe coccole quotidiane. L’estate, poi, è un vero casino: il problema si acuisce e io devo letteralmente smettere di usare anche il fondotinta più leggero in assoluto. Ma, drammi a parte, voglio farvi vedere due prodotti che mi stanno risolvendo la situazione. Vi avevo già parlato qui del prodotto che sto usando per lavare il viso (adesso sta per finire e lo alterno con la saponetta all’argilla verde I Provenzali) e adesso vi svelo i miei due prodotti top del momento.

A giugno ho fatto un bell’ordine da Farmacia Natura (sito che consiglio vivamente e che trovate qui) e, tra le altre cose, ho preso sia la Crema Dermopurificante Antos che il Siero Purificante Biofficina Toscana (di Antos ho preso anche la crema base per il trucco che ho abbandonato in estate piena e che ho ripreso in questi giorni in cui la mia pelle sta meglio).

Nella prima stesura di questo post c’era anche una descrizione dettagliata della crema dermopurificante di Antos, nella quale “lamentavo” la presenza delle mandorle dolci. Tuttavia, ho trovato la soluzione che me la fa usare anche di giorno: il tonico astringente Antos. E’ per questo motivo che vi dico qui che la mia skin routine si è ampliata e il tonico è entrato (assieme a un altro prodotto Antos) nelle mie grazie, ma ne parlerò in un post apposito ;).

Ma, come detto, vi parlo di una combo perfetta (per me) e quindi vi devo presentare il siero purificante di Biofficina Toscana. Con lui è stato amore immediato, un colpo di fulmine. Si tratta di un siero molto leggero, pensato per chi, come me, ha una oily skin. Quello che mi ha colpito in un primo momento è stato il contagocce: utilissimo e anti spreco. Se ci fosse stata un normale dosatore a pompetta non credo che sarebbe stata la stessa cosa, perché molto prodotto sarebbe andato sprecato. Di lui dicono:

“Un siero con un’alta concentrazione di principi attivi. La sinergia tra oli essenziali di limone e rosmarino, un innovativo principio derivato dal lentisco ed estratti bio svolge un’attività purificante sebo regolatrice su pelli impure, acneiche e lucide, riducendo le imperfezioni, gli sfoghi momentanei e restringendo i pori per un aspetto più sano”.

Difficilmente concordo a pieno con quella che è la presentazione dei prodotti. Del resto, facendo la copy di mestiere so benissimo che si tende a esagerare. Ma in questo caso mi sono dovuta ricredere. Si tratta di un siero molto leggero, che una volta steso si asciuga in un lampo e la mia pelle si lucida molto ma molto di meno. Io preferisco usarlo da solo invece che con altre creme, anche se l’ho provato con Eterea di Neve Cosmetics, per ampliarne i benefici, dato che di per sé è un po’ povera di principi attivi. Sono pienamente soddisfatta di questo siero.

Il PAO è di 6 mesi. La confezione ha un pratico dosatore “a goccine”.

Io l’ho acquistato qui ma potete trovarlo anche altrove 😉

Il mio voto è 9 di sicuro 🙂

Voi lo avete provato? Come vi trovate? Fatemi sapere

Labbra perfette? Ecco come fare

labbra-perfette

Come avere delle labbra fantastiche? Credetemi, non serve la chirurgia o chissà quale attenzione. Ve lo dice una che ha sempre desiderato rifarsele, ma che fa di tutto per far sì che sembrino più belle di quelle che sono realmente (le curo anche per poter stendere Diva MAC che è mia croce e delizia).
Vi dico cosa faccio io per curare le labbra. Per avere labbra da baciare bastano veramente 5 minuti e credo che questi passaggi debbano essere inseriti nella skin routine quotidiana.
Il primo, importantissimo, step è quello di scrubbare le labbra. Come? Vi voglio dare una semplicissima dritta: con lo spazzolino da denti, delicatamente. Semplice e immediato. Subito dopo, però è importante idratare le labbra. Usate un burrocacao (io uso quello Vivi Verde Coop) e cercate di sceglierlo quanto più bio possibile. Un buon inci può fare solo che bene alle nostre labbra, al contrario di paraffine e siliconi che danno un ottimo effetto sul momento, ma poi servono a ben poco a livello di idratazione.
Una volta a settimana o, comunque, quando se ne sente il bisogno, consiglio uno scrub per labbra. In commercio ce ne sono di ottimi, con buon inci, ma se si vuole si può anche fare in casa, in maniera molto ma molto semplice: 1 cucchiaino di miele, 2 cucchiaini di zucchero di canna. Se è inverno suggerisco l’aggiunta di una goccina di olio d’oliva. Questo scrub fai da te è il massimo che si possa chiedere con la minima spesa possibile.

Trend dell’estate: gli smoothies (qualche ricetta)

smoothies

In inglese smoothie significa leggero ed è questa la filosofia sottesa a questa sorta di frullato che sta prendendo sempre più piede anche nel nostro Paese. Si tratta, forse, di una moda lanciata dalle varie it-girls e fashion blogger, ma, diciamolo, piace a tutti perché combina diversi fattori che fanno molto estate. Cominciamo con il dire che non c’è un modo giusto o un modo errato per fare uno smoothie e del resto non stiamo certo parlando di una scienza esatta, ma di qualcosa che deve assecondare i nostri gusti e farci mangiare tanta frutta (che in questo periodo fa bene più del solito, dato che prepara anche all’abbronzatura). Di certo vi starete chiedendo: ma stiamo parlando del solito frullato, solo utilizzando l’ennesimo termine inglese? Ebbene no, questa volta no: il frullato, infatti, è più liquido e solitamente contiene anche gelato (o comunque latte e/o affini), nello smoothie, solitamente non c’è latte, ma spesso ci si ritrova lo yogurt bianco. La differenza, se vogliamo, è netta: lo smoothie è più leggero e dissetante, se vogliamo essere sintetici nella descrizione.

Ad ogni modo, ecco qualche ricetta per preparare smoothies leggeri e gustosi.

Smoothie alla Fragola

300 ml di succo di mela

250 ml di yogurt bianco

150 gr di fragole

Smoothie al Melone

½ melone

450 ml di yogurt bianco

Miele (1 o 2 cucchiaini)

5 cubetti di ghiaccio

Smoothie kiwi e mela

2 kiwi

1 mela

450 ml di yogurt

Miele (1 o 2 cucchiaini)

Smoothie pesca e melone

2 pesche

3 fette di melone

450 ml di yogurt

Miele (1 o 2 cucchiaini)

Smoothie pesca e albicocca

4 pesche

6 albicocche

200 gr di fragole

1 limone

3 cucchiai di miele

Smoothie banana e cacao

1 banana

450 ml di yogurt

3 cucchiai di cacao amaro

1 cucchiaino di miele

Smoothie frutti rossi e bacche di Goji

1 cucchiaio di bacche di Goji

8 fragole

12 ciliegie

6 cubetti di ghiaccio

1 vasetto di yogurt

1 cucchiaino di miele

Le dosi sono consigliate per 2 persone.

Novità in casa Neve Cosmetics

Ormai Neve Cosmetics non smette di stupirci proprio mai. Ieri, mentre ero in ospedale per un piccolo intervento, mi è arrivato un CS che mi ha fatto sognare. Ve lo giro, per parlarvi delle novità che, qui lo dico e non lo nego, proverò appena verranno messe sul sito, perché almeno 2 su 3 mi interessano moltissimo.

 

Bando alle ciance:

Iniziamo a parlare della Cipria HD di Neve Cosmetics (che potrebbe diventare la mia preferita ever)

NeveCosmetics-CipriaMinerale-Kalahari

Kalahari: la pelle bronzea ed opacizzata non è un miraggio!

Quando l’estate arriva trova l’incarnato ancora pallido e spento, e l’aumento delle temperature non fa che evidenziare lucidità e pori dilatati.

Per questo è nata Kalahari.

Una cipria HD o un bronzer minerale? ENTRAMBI.
La nuova creazione minerale Neve Cosmetics infatti ha due funzioni: dona un colorito sano e nel contempo minimizza i pori regalando un finish liscio, omogeneo e perfettamente opaco.

L’ispirazione alla sua origine è il clima caldo ma deliziosamente asciutto e ventilato del Kalahari, il maestoso deserto fossile sudafricano dalla bellezza senza tempo.

Il segreto della cipria Kalahari sono i suoi preziosi ingredienti minerali e vegani: vellutata mica, silica dalle proprietà seboassorbenti ed uniformanti, e pigmenti minerali che accentuano l’abbronzatura naturale di ogni tipo di pelle.

Il risultato è un colorito sano e solare ed un incarnato perfetto in un attimo, nonostante l’afa!

 

Consigli d’uso: sfumare con un pennello morbido su fronte, zigomi, mento e ponte del naso, ovvero le zone del viso che oltre ad abbronzarsi prima tendono a lucidarsi di più.

 

Kalahari debutterà mercoledì 25 giugno su www.nevecosmetics.it insieme a due nuovi estivissimi Pastello Lipcolor: il tropicale Aragosta/Coral ed il delicatissimo Conchiglia/Nude.

NeveCosmetics-Kalahari-Powder_T

 

Pastelli

Due nuovi Pastelli Lipcolor: Aragosta e Conchiglia.

NeveCosmetics-Biomatita-Pastello-Conchiglia-Nude NeveCosmetics-Biomatita-Pastello-Aragosta-Coral

Smagliature: ecco come sconfiggerle

smagliature

Problemi con le smagliature? Ecco una serie di interessanti soluzioni. Facciamo presente che si tratta di soluzioni bio, dato che crediamo che in questo caso oli e burri siano più efficaci che mai.

Ma non perdiamoci in chiacchiere e vediamo cosa previene, attenua, elimina le smagliature.

Iniziamo con il dire che ci sono smagliature rosse e smagliature bianche. Paradossalmente le prime sono più facili da eliminare, dato che il colore segnala che sono nella loro fase iniziale. Al contrario, se non si agisce in tempo, le smagliature diventano bianche e in quel caso le si può attenuare (eliminare è molto difficile, almeno che non si ricorra ad altri strumenti).

Ma cosa mettere sulla nostra pelle al fine di prevenire, attenuare, eliminare le smagliature?

Facciamo un piccolo preambolo: il tono della pelle è molto importante ed è per questo che dobbiamo sempre tendere a idratarla e allo stesso tempo tonificarla. Poi  le diamo qualche aiutino:

 

Olio di mandorle dolci: grazie alla vitamina E, che aiuta la pelle a rimanere giovane, è utilissimo per chi ha qualche smagliatura. Consigliamo di applicarlo quotidianamente in piccole dosi. Per chi vuole prevenire, consigliamo di utilizzarlo come olio da massaggio rilassante (soprattutto in gravidanza).

Burro di karité: usatelo puro dopo la doccia, applicandolo (dopo averlo riscaldato tra le mani) sulla parte interessata e su tutto il corpo con massaggi circolari. Molto utile per la compattezza e l’idratazione profonda della pelle.

Succo di limone: chi non ha in casa almeno un limone? Il succo è veramente prezioso, perché ricco di vitamina C. Usatelo puro sia su cicatrici che su smagliature e noterete la differenza.

Gel d’aloe: come il succo di limone, anche il gel d’aloe ha un uso polivalente, dato che lo si consiglia anche per gli eritemi solari. Non unge e si assorbe con facilità: usatelo quotidianamente sulla zona da trattare.

Olio di semi di lino: si tratta di un olio molto efficace in questi casi, perché ricco di omega 3, ossia di quella sostanza che aiuta la pelle a produrre collagene.

Olio di cocco: anch’esso nutriente e idratante, ottimo per massaggi quotidiani.